Ricette di bellezza e salute con la cera delle api

Autore: Irma D'Aria Fonte: La bottega della natura

Alla scoperta delle proprietà della cera d'api e delle ricette da preparare a casa per la bellezza e la salute.

La cera d’api ha proprietà emollienti, è idratante, espettorante, antidolorifica e cicatrizzante. È particolarmente indicata in caso di dolori reumatici, artrite, lombaggini, poiché mantiene a lungo il calore e ritorna velocemente allo stato solido. In caso di bruciature e ferite, la cera d’api costituisce uno strato protettivo asettico sotto il quale i tessuti si cicatrizzano senza contrazioni. Ecco i modi in cui la si può preparare per poi utilizzarla.

  • Suffumigi: bruciare alcuni grani di cera d’api sui carboni accesi (che si possono trovare in vendita in erboristeria).
  • Pomata: far fondere a bagnomaria 30 grammi di lanolina; aggiungere 50 ml. di tintura di calendula (portata alla stessa temperatura) e tenere la mistura a bollore finché tutta l’acqua è evaporata. Togliere dal fuoco, fare intiepidire e quindi versare in barattoli di vetro con coperchio a vite.
  • Crema:fare fondere a bagnomaria 30 grammi di cera d’api in grani e aggiungere 10 grammi di olio di mandorle dolci, 10 grammi di olio di oliva extravergine, il succo di mezzo limone, 5 grammi di miele, 10 grammi di polvere d’amido e 3 gocce di olio essenziale di rosa. Conservare la crema così preparata in barattoli di vetro con coperchio a vite, in un luogo fresco e asciutto lontano dalle fonti di calore.
  • Impacco: pennellare la parte interessata con cera d’api e paraffina fuse insieme in parti uguali, applicare l’impacco tiepido ma non bollente.

Ecco, invece, come e quando usarla:

  • Per calmare la tosse: aspirare il fumo prodotto dai suffumigi per facilitare l’espettorazione e guarire rapidamente la tosse.
  • Per calmare dolori reumatici e dolori causati da artrite, gotta, lombaggini, sciatica, varici: utilizzare l’impacco pennellando la parte interessata e lasciare in posa per 5-10 minuti.
  • Per le mani ruvide e screpolate: usare la crema applicandola alla sera, prima di coricarvi, con lieve massaggio e calzare guanti di cotone da tenere per tutta la notte.
  • In caso di bruciature: spalmare le bruciature con la pomata.
  • Punture d’insetti: spalmare la parte con la pomata utilizzata per le bruciature a cui si aggiungono 3 gocce di olio essenziale di menta.
  • Crema depilatoria: fare fondere a bagnomaria 100 g di cera d’api a cui si aggiunge una goccia di olio essenziale di lavanda; immergervi quindi una pezzuola e applicarla subito sulla parte da depilare. Appena la cera si sarà raffreddata, strappare con un colpo deciso. Lavare poi le gambe con acqua tiepida e frizionare con acqua di rose.
  • Crema emolliente per le mani: amalgamare bene 2 cucchiai di cera d’api fusa a bagnomaria con 1 cucchiaio di miele, 2 manciate di avena, 1 tuorlo, 2 cucchiai di olio di mandorle dolci, 8 gocce di tintura di benzoino e 3 gocce di olio essenziale di rosa. Versare la crema così ottenuta in vasetti che devono essere mantenuti coperti. Spalmarla e farla penetrare in profondità; è consigliabile usarne una quantità piuttosto abbondante e indossare un paio di guanti di cotone per qualche ora, o ancora meglio per una notte intera; si potranno notare immediatamente i benefici. La tintura di benzoino è un ingrediente importante che nutre e protegge la pelle.
  • Crema per ciglia e sopracciglia: fare fondere a bagnomaria 30 grammi di cera d’api bianca, unire 20 grammi di olio di mandorle dolci e 3 gocce di olio essenziale di garofano. Questa crema va utilizzata la sera. Fa crescere ciglia e sopracciglia e le rende morbide e scure.
  • Crema per il viso:fare fondere a bagnomaria 60 grammi di cera bianca con 240 g di olio di mandorle dolci e 60 g di lanolina anidra (in vendita nelle farmacie). Portare quindi 200 ml di infuso fresco di calendula alla stessa temperatura e aggiungerlo al miscuglio. Tenere il composto a bollore su una piastra rompi fiamma finché tutta l’acqua sarà evaporata. Quindi rimuovere subito, prima che l’olio si surriscaldi per non danneggiare gli estratti di erbe nella mistura. Lasciare poi intiepidire la miscela, quindi versarla in barattoli di vetro puliti chiusi con coperchio a vite; questa crema si mantiene per circa 6 mesi in luogo fresco e scuro.

TAGS - cera api, rimedi fai da te, rimedi naturali, olio essenziale, olio mandorle dolci, suffumigi, miele, tosse, cura mani, crema depilatoria, avena