Bere tanto ogni giorno: la piramide dell'idratazione aiuta a scegliere le bevande giuste

Autore: Irma D'Aria Fonte: Lipton

Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno è fondamentale per mantenere un buon livello di idratazione. Ma non sempre l'acqua è gradita. Lipton presenta la piramide dell'idratazione per scegliere bene cosa bere.

Quanto bevete in un giorno? Quasi certamente poco rispetto a quanto dovremmo. In media, il fabbisogno giornaliero di acqua per l'adulto è stimato in 1ml/kcal. La raccomandazione sale a 1,5ml/kcal/giorno per lattanti e bambini poiché, in queste fasce d'età, la percentuale di acqua per unità di peso è maggiore. Particolare attenzione va riservata anche agli anziani, nei quali lo stimolo della sete tende a diminuire con l'età, con conseguente aumento del rischio di alterazione dello stato di idratazione.

Gli italiani però, non rispettano queste necessità. Lo rivela una ricerca condotta da AstraRicerche per Lipton, tramite 1.130 interviste on-line a un campione rappresentativo della popolazione italiana tra i 18 e i 64 anni, pari a circa 37.9 milioni di adulti. Il 65% degli italiani beve meno di 2 litri giornalieri di liquidi (esclusi il vino e gli alcolici). Solo il 20% degli italiani, invece, assume 2 litri al giorno – specie i 25-54enni – e meno del 12% supera tale soglia, in particolare uomini e 35-44enni. Il 4% beve addirittura meno di mezzo litro al giorno (donne e 18-24enni).

Eppure, sembra che tutti sappiamo quanto sia importante bere molto: il 73% sostiene, infatti, che assumere molti liquidi ogni giorno è un'abitudine positiva. Il 65% sa che "è consigliato dai medici"; il 64% che "rende la pelle più idratata ed elastica"; il 51% che "contribuisce al benessere psico-fisico" e il 49% a "essere e restare in forma". Ben l'88%, infine, è sicuro che bere molto "fa bene alla salute".

Secondo i nutrizionisti, è importante bere costantemente durante l'arco della giornata piuttosto che concentrare l'assunzione di liquidi in pochi momenti. A volte però è difficile "mandar giù" 1,5/2 litri di liquido insapore ogni giorno, soprattutto nelle stagioni fredde. Lo confermano ancora i dati AstraRicerche: il 36% degli italiani ricerca una valida alternativa all'acqua, dal momento che ha problemi a consumarne grandi quantità. Per il 58%, infatti, il buon sapore è un elemento determinante, mentre il 51% parla addirittura di "piacere". Per questo, molte persone ricorrono a bibite gustose come soft drink, bevande gassate, succhi di frutta ecc., che offrono un modo di bere più stimolante.

In questi casi, tuttavia, il gusto è la spia della presenza di calorie. Per unire, invece, equilibrio idrico e calorico con un modo di bere più gustoso, stimolante e facile, senza assumere calorie basta scegliere tè, infusi e tisane vari preparati senza zucchero. Proprio per questo, Lipton promuove a Febbraio il Mese dell'Idratazione durante il quale saranno promosse tante iniziative per invitare tutti a idratarsi di più e meglio, bevendo con gusto ma senza calorie. La campagna partirà con la presentazione della piramide dell'idratazione proposta come strumento per sensibilizzare e informare sull'importanza di idratarsi correttamente. Ecco i vari livelli della piramide:

  • Livello 1: acqua. Il livello base prevede un consumo quotidiano di almeno 7 bicchieri di acqua, indifferentemente imbottigliata, di fonte o del rubinetto.
  • Livello 2: 0-6 bicchieri di tè, infusi e tisane non zuccherati; 0-4 bicchieri di caffè lungo non zuccherato (per non superare il limite di 400mg/giorno di caffeina). Riguardo al caffè, si tratta del tipico caffè lungo americano, mentre il caffè espresso italiano, la cui porzione media oscilla tra 30 e 40 ml, apporta quantitativi di acqua molto minori. Va anche precisato che per il caffè l'indicazione di consumo scende a 0-4 volte al giorno in ragione della presenza di caffeina, pari a circa 100 mg per porzione.
  • Livello 3: 0-2 bicchieri di latte scremato o bevande a base di soia fortificate con minerali e vitamine.
  • Livello 4: 0-5 bicchieri di bevande dolcificate con edulcoranti non caloriche.
  • Livello 5: 0-2 bevande caloriche con valore nutritivo. In questo livello rientrano bevande tra cui succhi 100% frutta o verdura, latte intero, integratori per sportivi, bevande alcoliche. Per i succhi ottenuti dalla frutta o dai vegetali è comunque consigliabile non superare il bicchiere al giorno e preferire i vegetali freschi che conservano integra la fibra e hanno un maggiore effetto saziante. Riguardo agli alcolici, le Linee Guida per una Sana Alimentazione Italiana raccomandano un consumo moderato che si orienti verso le bevande a bassa gradazione (vino e birra) da assumere ai pasti. Per gli uomini è stabilito un limite di 250 ml di vino (2 bicchieri “da vino”) o 660 ml di birra (2 lattine) al giorno; per le donne il limite scende a non più di 125 ml di vino (1 bicchiere “da vino”) o 330 ml di birra (1 lattina) al giorno.
  • Livello 6:(non più di) 0-1 bicchiere di bevande caloriche povere di nutrienti. Questo livello comprende bevande ricche di calorie e povere di nutrienti (soft drink, bibite gassate, ecc.) per le quali l’indicazione è di limitarsi a un consumo sporadico non superiore a 0-1 volte al giorno.

TAGS - bere molto, idratazione, , tisane, bevande gassate, piramide alimentare, sete, soft drink, energy drink, succhi di frutta, calorie nascoste, bevande senza zucchero