Videogiochi 3D: Nintendo li sconsiglia al di sotto dei 6 anni

In vista del lancio del nuovo Nintendo 3DS, l'azienda chiarisce che per i bambini al di sotto dei 6 anni è meglio non usare i videogiochi nella modalità 3D.

In un comunicato ufficiale pubblicato sul sito dell'azienda, la Nintendo sconsiglia l'utilizzo dei videogiochi nella modalità 3D per i bambini al di sotto dei sei anni di età. Il divieto arriva mentre la casa giapponese si appresta a lanciare la nuova versione della sua console portatile, Nintendo 3DS, che permetterà di giocare sfruttando la tecnologia tridimensionale senza bisogno di occhiali speciali.

L'azienda suggerisce di bloccare questa modalità di interazione per i bambini più piccoli, in quanto l'effetto sulla vista potrebbe provocare disturbi. Come fare allora? Per ovviare a possibili problemi di sicurezza e legali, gli ingegneri giapponesi hanno progettato un ''blocco'' con il quale i genitori sono in grado di limitare la fruizione da parte dei bambini ai soli giochi in 2D.

Questo sito utilizza cookie tecnici per l'analisi statistica del traffico, per la misurazione degli annunci pubblicitari e per altre sue funzioni tecniche indispensabili. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a leggere sia l'informativa sulla privacy che l'informativa sui cookie.