Pilates: secondo gli esperti non serve a nulla!

La disciplina più amata dai Vip ora viene messa in discussione da un articolo apparso sul Times secondo cui il Pilates non serve e in alcuni casi può fare addirittura male.

E' la disciplina più amata dai VIP hollywoodiani: Madonna, Sharon Stone, Kate Winslet e Gwyneth Paltrow, tanto per cirane alcuni, praticano da anni Pilates e ne decantano tutti i vantaggi in termini di benessere psico-fisico. Praticando questa attività fisica, infatti, si guadagna armonia nei movimenti, tono muscolare (ma senza rigonfiamenti da body builder), postura ideale, ventre piatto e un gran sollievo per mal di schiena e stress.

Ecco perchè ha lasciato tutti sorpresi la notizia apparsa sul Times secondo cui il Pilates non serve proprio a nulla! La tesi sostenuta dagli esperti e dai medici intervistati dal Times è che la pratica preferita dai Vip sia stata negli ultimi dieci anni quantomeno sopravvalutata. E che meriti per questo di essere ridimensionata.

Secondo gli esperti il Pilates non fa male, ma non è più benefico di una camminata a passo sostenuto, non tonifica più di una corsa o una nuotata e fa bruciare meno calorie di una qualunque attività aerobica della stessa durata.

A essere messi in discussione sono i principi fondanti del metodo. Un'équipe di neuroscienziati australiani ha osservato due gruppi di persone, con e senza mal di schiena. Facendo loro svolgere gli stessi esercizi e controllando le reazioni con degli elettrodi, è stato riscontrato che il cervello delle persone sane inviava segnali agli addominali traversi, stimolandoli a contrarsi e a sostenere la colonna. Mentre in chi aveva mal di schiena questa reazione mancava e la spina dorsale rimaneva debole.

Le sedute di Pilates insegnano a contrarre e a rilasciare i muscoli addominali durante gli esercizi. È una delle regole principali della pratica. Secondo gli esperti interpellati dal Times, è anche un principio eccessivamente enfatizzato. Per alcuni di loro c'è anzi il rischio che lavorando troppo sugli addominali traversi, questi ultimi si avvicinino troppo alla colonna, destabilizzandola. L'errore dei fanatici del Pilates insomma sarebbe quello di concentrarsi su una parte del corpo ristretta poichè il Pilates fa lavorare soprattutto i muscoli posturali, quelli che danno supporto alla colonna vertebrale.

RISPETTIAMO LA TUA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie, sia di prima che di terze parti, per finalità statistiche, tecniche e, previo tuo consenso, anche di profilazione, al fine di proporti annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, leggi informativa sulla privacy e l'informativa sui cookie. Cliccando ACCETTO acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie ed accetti la nostra privacy policy.