Cannabis tra nuove scoperte e ricette di cucina

Autore: Irma D'Aria

Un nuovo studio sembra dimostrare l'efficacia della cannabis nella cura della Sclerosi Laterale Amiotrofica. Nasce anche una trasmissione televisiva per insegnare a cucinare con la cannabis.

La cannabis potrebbe rivelarsi il migliore farmaco contro la terribile malattia degenerativa sclerosi laterale amiotrofica (Sla). Lo rivelano i ricercatori della School of Medicine dell'univesità di Washington in uno studio pubblicato sulla rivista scientifica American Journal of Hospice and Palliative Care.

In questa malattia, spiegano i ricercatori, si verificano simultaneamente diversi processi fisiologici anormali. Per potervi far fronte, sarebbe necessaria una terapia basata su una molteplicità di farmaci, tra cui antagonisti del glutammato, antiossidanti, anti-infiammatori che agiscono a livello centrale, modulatori di cellule microgliali, un agente antipoptico, uno o più fattori di crescita neurotropica e un agente che accresce le funzioni mitocondriali.

Incredibilmente, scrivono i ricercatori, la cannabis sembra agire in tutte queste aree. La cannabis ha, infatti, potenti effetti antiossidanti, anti-infiammatori e neuroprotettivi. Somministrata a topi con Sla, la cannabis ha provocato un allungamento della vita delle cellule neurali, ha posticipato l'emergere dei sintomi e ha rallentato la degenerazione della malattia. La cannabis ha anche proprietà utili alla gestione dei sintomi della Sla, grazie alle sue proprietà analgesiche, di rilassante muscolare, broncodilatanti, di riduzione della salivazione, di stimolazione dell'appetito e favorisce il sonno.

Quando si parla di Sla, scrivono gli scienziati, sia dal punto di vista delle cause che dei sintomi della malattia, la cannabis dovrebbe immediatamente essere oggetto di sperimentazione clinica. Basandosi sull'evidenza scientifica fin qui raccolta, concludono i ricercatori, è ragionevole pensare che la cannabis possa rallentare in modo significativo il progredire della Sla, potenzialmente allungare l'aspettativa di vita dei pazienti e ridurre significativamente i sintomi della malattia.

Sull'onda di numerose scoperte scientifiche che, come quest'ultima, attestano l'efficacia della cannabis come arma terapeutica, si moltiplicano le iniziative, per così dire parallele. Lo sapevate, per esempio, che con la cannabis si può persino cucinare? Per spiegare come si fa è appena nato in Colorado un nuovo programma televisivo, dal nome "Cannabis Cusine". Andrà in onda dalla fine di maggio ed è indirizzato ai pazienti che legalmente ricevono prescrizioni di cannabis terapeutica.

Dagli antipasti ai dessert, alcuni chef metteranno a disposizione le loro abilità per il nuovo programma sponsorizzato da alcune associazioni di pazienti al fine di insegnare un metodo di assunzione più salutare della sostanza rispetto alle tradizionali canne. La star del programma culinario sarà lo chef Ian Currie, egli stesso malato e consumatore di cannabis a scopi terapeutici. Lo accompagnerà la pasticciera Grace Kruse.

TAGS - cannabis, uso terapeutico cannabis, sclerosi laterale amiotrofica, malattie degenerative, proprieta cannabis, ricette con cannabis, cucinare con cannabis