Anche la plastica può essere biologica!

Autore: Irma D'Aria

Perchè inquinare continuando a circondarci di oggetti in plastica? Oggi la tecnologia ci mette a disposizione materiali biologici prodotti con materiali vegetali.

Quanta plastica abbiamo dentro casa? Tantissima: dalle bottiglie di acqua minerale, ai contenitori per alimenti, ai bicchieri e i piatti e così via. Insomma, un vero e proprio concentrato di materia inquinante! Eppure la tecnologia e l'innovazione oggi fanno sì che non tutte le plastiche siano così dannose. Lo sapevate, per esempio, che esiste una plastica biologica prodotta al 100% con materiali vegetali?

Per fortuna, questi materiali si stanno diffondendo sempre più e si trovano presso molti rivenditori. La In-geo, per esempio, vende vaschette e barattoli per alimenti in bio-plastica che sono usati dai supermercati della catena Iper per imballare frutta e verdura. Plastica bio anche per apparecchiare la tavola con i prodotti BioWare della Huhtamaki realizzati in amido di mais (il materbi): posate, piatti e bicchieri monouso completamente biodegradabili e compostabili derivati da risorse rinnovabili.

E sempre in materbi ormai possiamo trovare numerosi altri prodotti: la shopper biodegradabile e compostabile, i sacchetti per la raccolta dei rifiuti organici, le vaschette termoformate per alimenti (frutta, verdura, carne, etc), il film trasparente per il confezionamento di frutta e verdura, le reti estruse e tessute per patate e cipolle, i bastoncini cotonati, i pannolini, gli assorbenti femminili e anche i prodotti per la masticazione degli animali da compagnia.

Dove trovarli? In numerose catene commerciali: GS/Carrefour, Esselunga, Finiper, Il Gigante, Coop, Cà D'oro, Famila, Despar. E a proposito di sacchetti per la raccolta dei rifiuti, ce n'è un tipo che funge da sacco-fertilizzante. Sono realizzati in biolice e si decompongono. Una volta messi in compostiera insieme all'umido producono concime. Più ecologico di così!

TAGS - plastica biologica, materbi, bio plastica, materiali vegetali, inquinamento da plastica, amido di mais, prodotti biodegradabili, eco benessere