Come evitare gli occhi rossi quando si lavora al computer

Autore: Irma D'Aria

Le ore trascorse a lavorare davanti al computer irritano gli occhi che diventano secchi e rossi. I rimedi da adottare.

Quanto tempo lavorate davanti al computer? Nella maggior parte dei casi, troppo e senza nessuna pausa. Inevitabile, poi, ritrovarsi con tutti gli occhi rossi e irritati. Accade perchè l'occhio deve mettere a fuoco continuamente il monitor e la tastiera e questo causa uno stress visivo.

Ad incidere negativamente è anche il clima secco che abbiamo nei nostri uffici dove spesso c'è il riscaldamento acceso e non c'è la possibilità di spegnerlo o regolarne la temperatura in autonomia oppure le finestre sono chiuse e non è possibile aprirle. Questa secchezza disidrata il film lacrimale e le palpebre, sfregando gli occhi, li irritano.

Qualcosa per star meglio si può fare. Per prima cosa, manteniamo sempre una distanza di almeno 50-70 centrimetri dal video del computer. Poi cerchiamo di sbattere le palpebre frequentemente in modo da evitare la secchezza oculare. Ma l'accorgimento migliore sarebbe quello di evitare di trascorrere troppe ore davanti al computer. E non solo per il bene dei nostri occhi. Le pause, infatti, fanno bene a tutto il nostro corpo che ha bisogno di cambiare posizione e sgranchirsi facendo riattivare la circolazione.

Il fatto è che spesso, anche quando abbiamo finito di lavorare non spegniamo del tutto il computer perchè poi di sera a casa lo riapriamo per navigare in cerca delle informazioni per il tempo libero e per ciò che ci appassiona o magari per chattare con gli amici. E di notte gli occhi si affaticano ancora di più perchè le condizioni di luce non sono quelle ideali.

TAGS - occhi rossi, lavorare al computer, vista e computer, stakanovista, lavorare di notte, salvaguardia degli occhi, irritazione occhi, occhi arrossati, arrossamento oculare, secchezza oculare