Tornare in forma dopo le feste con la depurazione

Autore: Redazione

Dagli esperti dell’Osservatorio Sanpellegrino, i consigli per un’azione detox, a partire dalla corretta idratazione. Senza questa fase preliminare qualunque dieta avrebbe poca probabilità di dare soddisfazioni in tempi rapidi

Se pensate che per liberarvi dal gonfiore e dai chili accumulati a colpi di panettone e cibi elaborati serva un miracolo, non siate così pessimisti. Al bando, però, rimedi fantasiosi, obiettivi irrealistici e soluzioni drastiche e di breve periodo. Farebbero solo male al vostro umore e non porterebbero ad un vero risultato, facendovi allontanare da uno dei buoni propositi per il nuovo anno: tornare in forma.

La verità, ci dicono gli esperti, è che bastano pochi gesti quotidiani e costanti per riuscire a depurarsi dopo i bagordi delle feste: cibi leggeri, attività sportiva ma anche una corretta idratazione. Sono questi i consigli detox, che aiutano a ritrovare la forma in modo semplice e senza grandi sacrifici. Prima di buttarci anima, e corpo, in ogni dieta è infatti meglio iniziare con una sana depurazione. Senza questa fase preliminare, qualunque dieta andrebbe a intervenire in un organismo appesantito e avrebbe poca probabilità di dare soddisfazioni in tempi rapidi.

Se volete vedere i primi risultati, iniziate col bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno. Lo conferma il Dottor Nicola Sorrentino, dietologo e idroclimatologo dell’Osservatorio Sanpellegrino (www.sanpellegrino-corporate.it), Docente presso l’Università degli Studi di Pavia: “A chi durante le feste ha esagerato con carboidrati, dolci, carni, insaccati e frequenti fuori pasto, consiglio di prendersi cura di se stessi con un programma disintossicante, partendo da una corretta idratazione. Bere acqua aiuta il fegato a depurarsi e l'intestino a funzionare meglio” spiega il Dott. Nicola Sorrentino.

I processi metabolici, indotti appunto dall’assunzione di cibo, portano alla formazione costante di tossine nel nostro organismo; fortunatamente, però, attraverso fegato e reni riusciamo ad espellere le sostanze tossiche, come ci spiega il dott. Sorrentino: “Fegato e reni – afferma - svolgono la loro azione lavorando in sinergia. Il fegato trasforma le sostanze potenzialmente tossiche in metabolici inattivi e idrosolubili, che come tali possono essere trasportati tramite il circolo sanguigno fino ai reni, per poi essere eliminati”.

In particolare ci sono alcune acque di cui è dimostrata la funzione detox: “Sono quelle ricche in solfati, calcio e magnesio, quelle cloruro-sodiche e bicarbonato-alcaline” chiarisce il Dott. Nicola Sorrentino. “Le acque ricche in minerali – afferma - sono infatti in grado di agire su diversi meccanismi che aumentano il flusso della bile, aiutano il fegato a ripulirsi dalle tossine, alleggerendo così anche il lavoro dell’intestino, con evidenti miglioramenti nel processo digestivo”.

Dunque fondamentale è idratarsi, ma anche scegliere le acque più ricche di sali come magnesio e calcio, perché stimolano la bile e svolgono un’azione “pulente” sul fegato, da considerarsi come la sentinella della nostra salute. Ma non è l’unica buona notizia. Sono anche altri i benefici che derivano dal miglioramento della funzione biliare: porta ad un abbassamento dei livelli del colesterolo e dei grassi nel sangue e, di conseguenza, può avere un effetto positivo sull'accumulo di grassi nel fegato.

E’ quindi fondamentale idratare il nostro organismo per purificarlo. Questa funzione, importante sempre, è ancora più preziosa quando le scorie accumulate sono il frutto di un periodo di bagordi. Se dunque volete continuare a brindare dopo le feste, non è affatto vietato. Basta farlo con un buon bicchiere di…acqua minerale!

TAGS - dieta, depurazione, detox, dimagrire, idratazione, gonfiore, tornare in forma