La dieta del riso

Autore: Irma D'Aria

Con la dieta del riso si perde peso, ma ci si disintossica anche con il vantaggio di non avvertire la fame

Digeribile, dissetante, versatile. Stiamo parlando del riso, scelto come ingrediente principale di una dieta sfatando un luogo comune: quello che, per dimagrire, sia necessario rinunciare ai carboidrati. In realtà, come spesso accade, dipende: dal tipo, dal momento, dalla quantità. Il riso è il cereale più facile da assimilare grazie alle piccolissime dimensioni dei granuli di amido in esso contenuti. Associato agli alimenti giusti e nelle giuste quantità può rendere addirittura più efficace una dieta.

Ecco perchè tra le tante diete proposte per perdere peso in estate c'è anche quella del riso che, oltre a promettere un'efficace e rapida perdita di peso, favorisce anche la purificazione del corpo, e ci aiuta a disintossicarci senza però avvertire la sensazione di fame. Questo tipo di dieta fu creato nel 1939 dal dottor Walter Kempner, ex ricercatore medico della Duke University, il quale volle realizzare un metodo per ridurre la pressione alta, i problemi di peso e quelli aireni, seguendo appunto un’alimentazione ad hoc.

Secondo gli esperti, attraverso la dieta del riso si potrebbero perdere, in media, 20 chili (per le donne) e 30 chili (per quanto riguarda gli uomini). Oltre ad un’alimentazione basata sull’assunzione di frutta fresca e verdure di stagione, cereali integrali, legumi a basso contenuto di sale, riso e proteine e latticini magri, la dieta del riso prevede anche l’eliminazione degli zuccheri e del sale, oltre all’esecuzione di esercizio fisico regolare.

In effetti, la dieta del riso è molto restrittiva; essa è infatti suddivisa in tre fasi, la prima delle quali prevede l’assunzione di 800 calorie al giorno, che aumenteranno man mano arrivando alle 1.200 della terza fase. L'alcol è naturalmente vietato, e vegetariani e vegani possono sostituire gli alimenti con uova e prodotti a base di soia, tuttavia si tratta di un tipo di alimentazione non bilanciato, e per questa ragione non è consigliabile seguirla per più di un breve periodo di tempo.

Per condire e cucinare sono consentiti 3 cucchiaini di olio extravergine d’oliva al giorno. Aggiungere alle preparazioni al massimo un cucchiaino di sale. La quantità di aromi, spezie, aceto, succo di limone è libera. Bere ogni giorno un litro e mezzo di acqua al naturale, a temperatura ambiente, preferibilmente fuori pasto.

TAGS - dieta riso, dieta gratis, perdere peso, dimagrire, sazieta