L'olio fruttato aiuta a dimagrire

Autore: Irma D'Aria

I risultati di uno studio dell’Università di Portici dimostrano che i grassi dell'olio fruttato stimolano l’intestino a produrre una molecola che sopprime la fame.

Una ricerca del dipartimento di Agraria dell’Università di Portici ha dimostrato che l’olio extravergine di oliva di alta qualità può avere un ruolo-chiave in relazione al senso di sazietà. In pratica, consumare extravergine crudo aumenta il senso di sazietà. Dunque, facendo precedere i pasti dall’assunzione di olio con forte aroma si può diminuire la quantità di cibo che si assumerebbe altrimenti. Meno appetito, meno cibo, più salute.

Secondo i ricercatori, il potere saziante dell’extravergine è dovuto al suo aroma fruttato ed erbaceo e ne deducono che impiegare extravergine di alta qualità al posto di oli privi di odore, magari riappropriandosi della lentezza mediterranea nel mangiare, potrebbe aiutare la prevenzione e la cura dell’obesità.

Le proprietà dell’olio d’oliva in termini di riduzione della fame erano già note grazie a precedenti studi, tra i quali la scoperta - pubblicata nel 2008 su «Cell Metabolism» da Daniele Piomelli della University of California - che i grassi insaturi (come quelli presenti in olio d’oliva, avocado e noci) stimolano l’intestino a produrre una molecola che sopprime la fame. Il primo tratto dell’intestino tenue produce un «messaggero» chimico - l’Oleiletanolammide (Oea) - che, se somministrato come farmaco, riduce l’appetito, abbassa il livelli di colesterolo nel sangue e provoca la perdita di perso. Ed è soprattutto l’acido oleico, di cui è ricco l’extravergine, a essere convertito in Oea. Ora la novità viene dall’importanza dell’aroma.

"Le nostre ultime ricerche ci portano a confermare quanto già rilevato dai colleghi dell’Università di Monaco che associano il potere saziante dell’olio al suo aroma" spiega Raffaele Sacchi. Ma come accade che l’olio possa farci sentire più sazi? Lo studio del team di Sacchi, pubblicato su «Food and Function», dimostra che l’assunzione di olio extravergine di oliva (ma anche di un olio di girasole ad alto contenuto di acido oleico) "è in grado di aumentare i livelli di oleiletanolammide (molecola simile agli endocannabinoidi) nel sangue e di ridurre le quantità di cibo consumate ai pasti successivi".

"Contrariamente a quanto si pensa - spiega Paola Vitaglione -, i grassi, pur avendo un valore calorico superiore alle proteine ed ai carboidrati, sono riconosciuti come meno sazianti di questi. Quindi parlare di sazietà da grassi sembrerebbe una follia". Eppure non tutti i grassi e gli oli sono uguali e la loro diversa composizione determina numerose differenze sia livello fisiologico sia in termini di ricaduta sulla salute: un conto è consumare olio di mais, un altro ingerire olio extravergine di qualità.

E’ stato dimostrato sperimentalmente da ricercatori dell’Università di Monaco, come uno yogurt a basso contenuto di grassi, a cui sono stati aggiunti i soli aromi di olio extravergine di oliva, simuli nel cervello, a livello dell’area percettiva, una sensazione di grasso che non si rileva affatto somministrando lo stesso yogurt senza aromi. Secondo gli scienziati, poi, chi è sovrappeso percepisce gli aromi in modo diverso. Dunque, impiegare extravergini di alta qualità al posto di oli privi di odore e riappropriarsi della lentezza mediterranea nel mangiare potrebbero essere, davvero, elementi da non trascurare nella prevenzione e nella cura dell’obesità.

Articoli più letti

Semplice dieta ipocalorica da consultare gratis!
DIETE - Post scritto da Luca Ruggiero
Cerchi una dieta? Eccone una che puoi consultare gratis: semplice, carina, adatta a chiunque ed ideale per perdere peso!
Caffè verde per dimagrire: è una bufala
DIETE - Post scritto da Redazione
Il caffè aiuta a bruciare calorie? Secondo alcuni quello verde è in grado di sciogliere i depositi di grasso e spegnere la fame. Ma gli esperti dell'Inran sono scettici.
Tabella dei valori nutrizionali degli alimenti
DIETE - Post scritto da Luca Ruggiero
Tabella dei valori nutrizionali degli alimenti, contenente tutti gli alimenti dalla A alla Z, con i valori di proteine, grassi, carboidrati e contenuto calorico.