Cosmoprof: la bellezza ritorna alla natura

Autore: Irma D'Aria

Blog del Benessere è andato alla 48a edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna per raccontarvi tutte le novità della cosmesi che quest'anno è all'insegna della bellezza green.

Si è aperta ieri la 48a edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna, con il Presidente di BolognaFiere, Duccio Campagnoli, l’attrice Cristiana Capotondi, madrina di Cosmoprof e ambasciatrice di Women for Expo, il Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e il Presidente di Cosmetica Italia Fabio Rossello. Al taglio del nastro hanno partecipato inoltre 6 donne rappresentative dei continenti presenti a Cosmoprof Worldwide Bologna 2015.

Tendenze, nuovi macchinari, trattamenti, prodotti e stili declinati in 150 Paesi tra cui per la prima volta gli Emirati Arabi, la Thailandia e l’Olanda. Ma è l’Italia a fare da calamita. Perché l’estetica è un fronte su cui gli italiani non sembrano disposti a fare sacrifici e che ha risentito della crisi molto meno di altri comparti. Si stima che in un anno il valore del mercato della bellezza ha superato i 9,5 miliardi di euro.

“Nature is true luxury”, “Natural is better”, “Nature is future” sono gli slogan dei marchi che puntano sulla cosmesi biologica. Il padiglione 21 ne raccoglie centinaia: è il “green pavilion”. Espongono le case cosmetiche ma sono presenti anche gli enti certificatori. Alcuni sono bolognesi, come Icea e Ccpb. L’eco-certificazione su creme, saponi e trucchi (volontaria, perché non esiste una legge, mentre nel cibo è obbligatoria) aiuta chi desidera vendere o consumare prodotti davvero naturali.

Come quelli a base di olio d'oliva, una tradizione storica per l'Italia che dalla tavola è arrivato anche direttamente sul viso e il corpo delle donne che amano prendersi cura di sé con prodotti naturali. Già nell’antichità i popoli del Mediterraneo conoscevano le proprietà e i principi attivi dell’olio d’oliva e lo usavano come base per preparare unguenti, medicamenti e cosmetici: preparati efficaci e studiati sapientemente per esaltare la bellezza femminile. Oltre 100 anni di esperienza tra gli uliveti della Liguria, un profondo amore per la naturalità e un contatto quotidiano con gli strumenti di ricerca più avanzati hanno portato gli esperti Mediterranea a proporre le formulazioni cosmetiche più ricercate ed efficaci a base di estratti naturali tra cui, oltre all'olio di oliva, gli estratti di calendula, di ribes nigrum, di limone, di fiordaliso, di salvia, di fico, di biancospino, uniti a complessi di attivi studiati appositamente per lavorare in maniera sinergica al fine di ottenere ottimi risultati.

Tra gli stand che hanno catalizzato di più l'attenzione, c'è quello peruviano di 120 m² dove sono stati presentati prodotti a base di avocado, quinoa e estratti naturali di piante della foresta amazzonica, come ad esempio il colorante spontaneo anatto oppure a base dei frutti tropicali come aguaje, aguaymanto e camu camu. Ulteriori estratti naturali per la cosmesi provengono da cacao e castagne, dal mais scuro, dalle patate native, dai cereali andini, o ancora dall’arachide sacha inchi, con un alto contenuto di Omega 3, oppure da piante tipiche come la tara e l’unghia di gatto (uncaria tomentosa). I prodotti per la cosmesi peruviani contemplano un’ampia gamma, che va dalla cura dei capelli a prodotti molto innovativi, a base di acqua termale, proveniente dalle antiche sorgenti Inca di Cusco, considerate fonti naturali di vitalità ed energia.

TAGS - cosmoprof, bellezza, prodotti bellezza, cosmetica