Alimenti biologici per la prima infanzia: quali marchi acquistare?

Autore: Redazione

Anche in Italia sta avvenendo da anni una sensibilizzazione sull'alimentazione biologica. Sempre più consumatori scelgono cibi bio non solo per se, ma anche per i bambini.

Anche in Italia sta avvenendo da anni una grande sensibilizzazione riguardo all'alimentazione biologica. Sempre più consumatori scelgono cibi bio non solo per se stessi ma anche per lo svezzamento e la crescita dei propri bambini.

Per convincere la popolazione riguardo non solo alla superiorità ma anche alla necessità di un'alimentazione biologica per tutta la famiglia, già nel 2011 l'associazione americana Organic Cosumers Association aveva pubblicato un articolo contenente i "15 motivi per cui mangiare cibo biologico", scritto da Michele Schoffro Cook, nutrizionista di fama internazionale.

Vediamo alcuni di questi motivi. Primo tra tutti, la dimostrazione scientifica da parte di organizzazioni indipendenti che il cibo biologico contiene una quantità superiore di nutrienti, vitamina C, antiossidanti e minerali, rispetto al cibo tradizionale.

Gli alimenti bio, inoltre, sono privi di neurotossine, che possono provocare danni al cervello e alle cellule nervose. E' il caso dei pesticidi organofosforici, creati durante la prima guerra mondiale proprio come agenti neurotossici, e in seguito applicati all'agricoltura come pesticidi.

Tra le ricerche a sostegno dell'alimentazione biologica, quella della Scuola di Salute Pubblica di Harvard, che ha rilevato un aumento del 70% del morbo di Parkinson tra gli agricoltori esposti a pesticidi. Oppure quella dell'EPA, Environmental Protection Agency, che considera il 60% degli erbicidi, il 90% dei fungicidi ed il 30% degli insetticidi come potenzialmente cancerogeni.

I bambini sono molto più suscettibili ai pesticidi e agli alimenti OGM rispetto agli adulti. Anche per questo motivo è preferibile, quindi, nutrirli con alimenti bio che ne sono privi e non danneggiano né il cervello né il corpo.

L'esigenza di passare al biologico riguarda, secondo la nutrizionista americana, anche il consumo di carne. Quella che acquistiamo nei supermercati o nelle macellerie tradizionali, infatti, proviene da allevamenti in cui c'è un massiccio uso di antibiotici e ormoni sintetici. Naturalmente, insieme alla carne così allevata noi ingeriamo anche queste sostanze tossiche.

Ecco allora l'importanza di nutrirsi e nutrire i propri figli con cibi biologici, privi di pesticidi, OGM e farmaci, e severamente controllati e certificati.

Tra i marchi più accreditati per l'alimentazione bio della prima infanzia ci sono Hipp, Holle, Sunval e Alce Nero, che si occupano delle produzione di diversi cibi per tutte le fasi della crescita: latte per neonati, biscotti e merende, omogeneizzati, pastine, creme e sughetti, succhi di frutta e tisane.

I prodotti sono in vendita solo in alcuni supermercati e su Internet, ad esempio sull'e-commerce Drugstore.it con sconti oltre il 50%.

HIPP - Si tratta di un'azienda di fama mondiale per la trasformazione di materie prime biologiche. Conta oltre 6.000 coltivatori bio e, prima di inviare i suoi prodotti ai punti vendita, li sottopone a severi controlli di laboratorio. I prodotti biologici Hipp comprendono, ad esempio, il latte bio di proseguimento o crescita, liquido o in polvere, gli omogeneizzati a base di frutta, verdura, carne, pesce o formaggi bio, le pastine, i sughetti e i ragù, la pappa lattea al biscotto o alla frutta mista, le creme di semolino di grano bio, di mais e tapioca, ai multicereali, le tisane, le merende e i biscotti.

HOLLE - Fondata nel 1933, l'azienda svizzera produce alimenti bio per lattanti, privi di sostanze chimiche e conservanti, certificati da Demeter e venduti in oltre 40 Paesi. Anche il suo assortimento prevede alimenti a base di latte, anche di capra, per neonati, omogeneizzati e puree, tisane per mamme e bambini, barrette di frutta e una grande varietà di pappe per neonati: ai 3 cereali, al mais e tapioca, al riso integrale, ai fiocchi d'avena integrali, al muesli integrale, al semolino integrale, al miglio integrale.

SUNVAL - L'azienda è nata in Germania 50 anni fa e utilizza solo ingredienti di altissima qualità, selezionati da pediatri e dietisti esperti, di provenienza a km 0, per produrre alimenti biologici per neonati. I suoi prodotti non contengono inoltre saccarosio, sale, coloranti, conservanti, stabilizzanti o edulcoranti sintetici. Sunval è specializzata in cibi per neonati a partire dal 4° mese, come omogeneizzati di vitello, tacchino, manzo e pollo bio e puree di frutta e verdura bio.

ALCE NERO - Adatto anche ai bambini più grandi e agli adulti è Alce Nero, brand italiano costituito da oltre 1.000 agricoltori e apicoltori che dagli anni '70 si impegnano nella produzione di cibi biologici sani e buoni. Oltre agli alimenti per lo svezzamento e la crescita, ci sono infatti diversi tipi di pasta (di semola di grano duro, di 100% farro, di grano khorasan kamut), farine, riso, gallette, olio extravergine di oliva, condimenti, conserve di pomodoro e sughi bio, cereali, legumi, zuppe, frutta e verdura conservate, frollini, miele, caramelle e barrette, composte e succhi di frutta, latti vegetali, orzo, sostituiti del pane, e così via.

TAGS - alimentazione biologica, cibi bio, prima infanzia, svezzamento