La tavola dei colori

I colori sono importanti anche quando si mangia. Ecco da cosa sono dati i vari colori dei cibi e a cosa fanno bene.

I colori degli alimenti rivelano proprietà fondamentali per la salute e l'arcobaleno nel piatto fa bene anche all'umore. Le gradazioni cromatiche fondamentali sono cinque: giallo- arancio, verde, blu-viola e bianco.

VERDE - Il verde degli ortaggi è dato dalla clorofilla e carotenoidi, importanti nella prevenzione di tumori e patologie coronariche. Lattuga, zucchine, carciofi,cicoria,spinaci,asparagi, basilico, broccoletti e così via, sono anche ricchi di magnesio, minerale che aiuto a regolare il metabolismo dei grassi e degli zuccheri, la pressione arteriosa, la trasmissione degli impulsi nervosi e l'assimilazione di altre importanti sostanze come il calcio e il fosforo. Il verde segnala a poi la presenza di acido folico e folati. Importanti nella gravidanza, in quanto preventivi della spina bifida del bambino. Inutile dire che, anche in questi alimenti, la vitamina C non manca.

GIALLO-ARANCIO - A conferire a questi alimenti la tonalità che li contraddistingue sono le antocianine, pigmenti con spiccate proprietà antinfiammatorie, antitumorali e anticoagulanti. Altra caratteristica dei cibi color del sole è la loro potente capacità antiossidante, grazie alla presenza di flavonoidi e beta-carotene, che, oltre a proteggere le cellule dall'invecchiamento, hanno effetti benefici sulla vista. Gli alimenti giallo-arancio, come limoni, arance, pompelmi, pesche e albicocche, peperoni, melone, ananas, mais e zucca sono inoltre i più ricchi di vitamina C, che rafforzano le difese del sistema immunitario e hanno un effetto depurativo su tutto l'organismo per un lungo periodo.

BIANCO - E' la quercetina, un flavonoide dal potente effetto antitumorale, a colorare la polpa della mela e della pera, i finocchi, i porri, la cipolle e il cavolfiore: alimenti ricchi di potassio, vitamina C e polifenoli. Le fibre e i Sali minerali in essi contenuti rinforzano il sistema scheletrico e l'attività polmonare. I porri, le cipolle, e l'aglio sono invece una fonte di allisolfuro, composto che contiene zolfo e conferisce a questi ortaggi il caratteristico odore forte. Questa sostanza è molto utile per il benessere delle coronarie del nostro cuore e per mantenere la giusta fluidità del sangue. Infine, i funghi vantano un alto apporto di selenio, capace di prevenire l'ipertensione e alcuni tipi di tumore.

ROSSO - Pomodori,barbabietole, peperoncino e peperoni rossi, ravanelli, fragole. Ciliegie, anguria e ribes: contengono licopene e antocianine, che prevengono le malattie cardiovascolari e proteggono dal tumore, specialmente quello alla prostata. Queste sostanze facilitano il drenaggio dei liquidi e la circolazione, aiutano a perdere peso e stimolano le difese immunitarie, il metabolismo, i processi di guarigione della pelle, perché riattivano le funzioni dell'ultimo tratto intestinale facilitando l'eliminazione delle scorie. Assumere alimenti rossi è anche utile quando ci si sente giù poiché sono ricchi di ferro e di potassio, un minerale che, oltre a essere depurativo, rinnova le energie vitali.

BLU-VIOLA - Dalle melanzane ai frutti di bosco, dal radicchio ai fichi, all'uva nere, dal ribes alle prugne. Contengono tutti antocianine, che contribuiscono a migliorare e proteggere la vista, la struttura dei piccoli vasi sanguigni, i capillari e prevengono il deposito di colesterolo sui vasi, l'aterosclerosi e persino il rischio di ictus. I mirtilli, in particolare, sono un ottimo coadiuvante contro le infezioni delle vie urinarie e, grazie al loro apporto di fibra solubile, aiutano l'intestino ad assorbire i nutrienti, alimentandone la flora batterica. Il ribes e il radicchio sono ottimi antiossidanti perché ricchi di vitamina C e protagonisti nella formazione della carnitina e del collagene, mentre le melanzane sono perfette nelle diete perché povere di calorie e ricchissime di magnesio. Frutta e ortaggi della famiglia blu-viola sono ricchi di fibra e di carotenoidi, attivi contro i tumori, patologie cardiovascolari, cataratta, invecchiamento cellulare e patologie neurodegenarative.

RISPETTIAMO LA TUA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie, sia di prima che di terze parti, per finalità statistiche, tecniche e, previo tuo consenso, anche di profilazione, al fine di proporti annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, leggi informativa sulla privacy e l'informativa sui cookie. Cliccando ACCETTO acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie ed accetti la nostra privacy policy.